Parfait di meringhe affogato al caffè

Uno dei dolci più sorprendentemente facili e di successo che preparo oramai da… meglio non dirlo. La ricetta originale era contenuta in un Sale&Pepe del 2003 o giù di lì, quindi fate un po’ voi i conti di quanti anni sono passati, e di quante volte l’ho preparato da allora.

Non essendoci uova, ma una base di “sola” panna e meringhe, è particolarmente leggero e indicato per concludere un pranzo o una cena con più portate - anche grazie al caffè - in cui, nella mia rivisitazione, si affogano le cremosissime fette gelate. Ma va anche benissimo da gustare in poltrona, come comfort food, come dopo cena speciale, per una coccola dal sapore caldo e avvolgente.



Ingredienti

600 ml di panna fresca

1 cucchiaio di liquore al caffè (o rum)

5 cucchiaini di caffè solubile

150 g di meringhe bianche

2 cucchiaini di zucchero a velo


Per completare

40 di mandorle a lamelle leggermente tostate

Qualche meringa sbriciolata

Caffè espresso

Caffè in polvere



Procedimento

Sciogli il caffè solubile in un cucchiaio di acqua bollente e aggiungi lo zucchero a velo, mescolando per amalgamare. Monta la panna ben ferma, aggiungi le meringhe sbriciolate grossolanamente, il composto di caffè e il liquore.


Mescola con una spatola e riempi con il composto uno stampo rettangolare, rivestito con pellicola trasparente. Fai raffreddare in freezer per almeno 6 ore.


Preleva il dolce dal frigo 10-15 minuti prima di portare in tavola, per far leggermente ammorbidire.

Servi il parfait a fette, completando con le mandorle a lamelle, qualche pezzetto di meringa e “affogando” a piacere nel caffè espresso.