Bocconotti abruzzesi

Sono uno dei dolcetti abruzzesi più famosi, originari di un paesino di nome Castelfrentano. Le varianti sono tante, sia per la pasta frolla che per il ripieno, e bisognerebbe assaggiarle tutte per decretare un vincitore... Questa è la mia preferita, perché ha un ripieno ricco e aromatico, e perché la ricetta proviene da un piccolo forno, locato propio nel paesino dove secondo la tradizione vennero preparati per la prima volta.



Per la pasta frolla

350 g di farina

5 tuorli

Un uovo intero

100 g di olio evo

Un pizzico di sale


Per il ripieno

100 g di mandorle spellate tritate

25 g di biscotti secchi tritati

50 g di cacao amaro

75 g di zucchero

Un pizzico di cannella in polvere

Un cucchiaio e ½ di liquore Centerba

Un bicchiere scarso di mosto cotto

Due cucchiai di scrucchiata (marmellata d’uva montepulciano)

Zucchero a velo per decorare


Procedimento

In una ciotola mescola gli ingredienti della frolla per ottenere un impasto morbido. Avvolgi in pellicola trasparente e fai riposare in frigorifero per un paio d’ore.


Nel frattempo, prepara il ripieno. In una terrina mescola mandorle, biscotti secchi e cacao. Aggiungi zucchero, cannella e liquore. Versa infine il mosto e la scrucchiata, mescolando fino a ottenere la consistenza di una marmellata.


Preleva l’impasto dal frigo, elimina la pellicola e asciugalo con carta assorbente da cucina per eliminare l’eventuale unto rilasciato.


Con le mani leggermente infarinate, preleva un pezzetto di pasta e forma una pallina della grandezza di una noce. Stendila nella formina, aggiungi un cucchiaino di ripieno e richiudi con una pallina di impasto più piccola, sigillando bene i bordi, per chiudere lo stampino.


Cuoci in forno statico a 180°C per 20 minuti. Fai raffreddare completamente e cospargi con zucchero a velo prima di servire.


La dose è per circa 35 bocconotti, preparati in stampini del diametro di 5 cm. In una scatola di latta, si conservano fino a due settimane.