Crostata di mele alle noci e amaretti (senza burro)

Questa è la torta di mele di Flora, una signora che non c'è più e a cui devo tutto quello che ho imparato sulla cucina parmigiana. I suoi manicaretti erano eccezionali, e il suo tocco leggero e sicuro nella preparazione di pasta fresca, arrosti, dolci e lievitati dava ai piatti che cucinava un sapore unico che ricordo perfettamente e che cerco di far rivivere nelle ricette che mi ha passato. Aveva palato, e questo la rendeva una vera maestra, in tutte le preparazioni in cui metteva mano. Anche una semplice torta di mele diventava grazie a lei un capolavoro raffinato e delicato di sapore.

Dopo averla preparata innumerevoli volte nella sua versione originale, ho cercato qui di mantenere la medesima bontà tuttavia senza uova, latticini e grassi animali. Le mele red moon, al posto delle renette, hanno poi dato un tocco particolarmente colorato e adatto per esempio al periodo di festa che sta per arrivare.



Ingredienti per uno stampo di 24 cm di diametro

Per la frolla

300 g di farina di farro bianca

100 g di zucchero scuro di canna

150 g di burro vegetale a temperatura ambiente a tocchetti

2-3 cucchiai di latte vegetale

½ bustina di lievito in polvere

1 cucchiaino di vaniglia liquida

Un pizzico di sale


Per il ripieno

600 g di mele “Red moon” o renette, già sbucciate e a tocchetti

50 g di zucchero di canna

¼ di cucchiaino di cannella in polvere

4-5 amaretti sbriciolati

Una manciata di uvetta (o mirtilli rossi disidratati) già ammorbidita in un bicchierino di rum e strizzata

60 g di noci sgusciate a pezzetti


Zucchero a velo per completare


Preparazione

Per la frolla, unisci in una ciotola gli ingredienti secchi, aggiungi poi la vaniglia e il burro a tocchetti. Mescola con la punta delle dita, aggiungendo il latte vegetale per amalgamare e compattare l’impasto. Ricava un panetto basso e fai riposare in frigo avvolto in pellicola.


Nel frattempo, versa le mele in una pentola larga e bassa antiaderente e cuoci a fiamma bassa per 20 minuti, o comunque fino a ottenere una purea. Togli dal fuoco e trasferisci in una terrina. Aggiungi ora gli altri ingredienti del ripieno, mescola e tieni da parte.


Riprendi la frolla dal frigo e dividila in due parti. Stendi metà impasto in un disco di 2-3 mm di spessore e rivesti una teglia di 24 cm di diametro, foderata con carta forno, lasciando un bordo alto 2 cm.


Versa il ripieno e livella con un cucchiaio. Rivesti la torta con la metà di impasto rimasto, pizzicando lungo i bordi con i rebbi di una forchetta per sigillare.


In alternativa, puoi ricavare delle foglie o altre forme a piacere con la frolla rimasta e usarla per decorare la crostata.


Cuoci in forno statico a 180°C per 30-40 minuti, facendo attenzione a non lasciar colorire la superficie della crostata.


Fai raffreddare completamente prima di servire, cosparsa con una spolverata di zucchero a velo.