Crema di patate dolci ai pistacchi e chiodi di garofano

Per il colore e la particolare dolcezza, le patate dolci sono entrate nella mia cucina di tutti i giorni. Al forno, e passate in versione purè: perché sono una gustosa base (poco calorica e a basso indice glicemico) cui aggiungere altri ingredienti a piacere, per dare sapore, colore e consistenza. In questa versione molto aromatica, i chiodi di garofano danno un profumo caratteristico, il tutto completato da qualche elemento croccante come i tarallini, i semi e i pistacchi.

Per le prime giornate autunnali, è una crema confortante e davvero veloce da preparare.



Ingredienti per 2 persone

250 g di patate dolci già sbucciate

2 chiodi di garofano interi più in pizzico in polvere

Un cucchiaio di pistacchi sgusciati e tostati

Un cucchiaio di semi di zucca verdi

Un ciuffetto di menta

4 tarallini pugliesi all’olio extra vergine di oliva

Sale e olio evo

Procedimento

Portate a bollore una pentola con abbondante acqua salata e i due chiodi di garofano interi. Al momento del bollore, tuffate le patate dolci tagliate a grossi cubi e fate cuocere per 15-20 minuti, fino a quando saranno molto tenere. Scolatele e tenetele da parte, conservando un bicchiere di acqua di cottura.

Mettete le patate nel bicchiere del mixer o in un frullatore a immersione.

Aggiungete un paio di cucchiai di acqua di cottura, 2 cucchiai di olio di oliva e azionate fino a ottenere una crema. Assaggiate e regolate di sale se necessario.


Potete aggiungere altra acqua di cottura bollente per regolare la consistenza (più o meno cremosa) secondo il vostro gusto. Tagliate al coltello i pistacchi con 2 foglioline di menta. Disponete la crema nei piatti da portata e completate con un pizzico di chiodi di garofano macinati, qualche tarallino sbriciolato, i semi di zucca e il trito aromatico di pistacchi. Completate con un filo di olio a crudo e servite subito.