Vellutata di funghi – cremosa e completamente vegetale

Come se fosse uscita ora dal bosco… anche grazie a questa ambientazione un po’ particolare che ho voluto ricreare per la mia vellutata! Perché quando si assapora un piatto del genere, è il bosco che devi avere in mente, con i suoi odori intensi e terrosi e i suoi colori bruni. Un piatto rustico ma delicato, con tanto sapore di funghi dentro e un’anima da ricetta “green”.


Anche per questo ho voluto che fosse completamente vegetale, senza formaggio e con l’aggiunta di (poca) panna liquida a base di avena. Anche rispetto al suo corrispettivo di soia, ha un sapore più neutro e quindi ideale per dare morbidezza ai piatti senza interferenze di gusto.


Per il resto, un paio di patate, funghi porcini a volontà naturalmente, brodo vegetale e qualche erbetta da aggiungere alla fine per un tocco di colore e aroma in più. I tre galletti che la guarniscono sono davvero gli unici che abbiamo trovato!



Ingredienti per due persone come piatto unico

Una patata grande (200 g circa)

350 g di funghi porcini freschi o funghi misti

Una manciata di funghi secchi, ammorbiditi in acqua calda, rinvenuti e strizzati

100 ml di panna vegetale a base di avena (o latte di avena)

Una cipollina

Una foglia di alloro

250-300 ml di brodo vegetale bollente

Timo, origano fresco e menta in foglie per guarnire

Sale, pepe e olio evo


Procedimento

Versa un filo d’olio in una casseruola dai bordi alti, fai scaldare a fiamma media e aggiungi la cipollina finemente tritata e la foglia di alloro. Aggiungi la patata pelata e tagliata a fettine sottili. Mescola con un cucchiaio di legno e lascia insaporire per 5 minuti.


Aggiungi i funghi secchi e metà di quelli freschi. Fai insaporire altri 5 minuti, quindi aggiungi il brodo bollente, ricoprendo a filo. Porta a bollore, poi abbassa la fiamma al minimo e lascia cuocere a tegame coperto per 15 minuti.


Quando le patate saranno belle morbide e un po’ disfatte, leva dal fuoco (eliminando la foglia di alloro) e passa il tutto con un frullatore a immersione. Rimetti sul fuoco al minimo, aggiungi la panna di avena mescolando per amalgamare. Fai scaldare ancora a fiamma bassissima, senza far sobbollire e aggiungendo altro brodo per regolare la cremosità secondo il tuo gusto. Assaggia e aggiusta di sale, se necessario.


Nel frattempo fai saltare in un padellino a fiamma vivace i funghi tenuti da parte tagliati a fette sottili per 5 minuti, mantenendoli croccanti. Condisci con un pizzico di sale a fine cottura.


Disponi la vellutata nelle fondine, completando con le fette di porcini, le foglioline aromatiche e una spolverata finale di pepe nero macinato al momento.