Crema gelata alla ricotta e “scrucchiata”

La scrucchiata è uno dei tanti prodotti abruzzesi che meritano davvero attenzione, per la bontà, la versatilità in cucina e la particolarità con cui viene preparata. I chicchi d’uva infatti, vengono spremuti a mano, così da rimanere interi, ma senza buccia e senza semi. Un lavoro certosino, insomma, che giustifica anche la ricercatezza del prodotto finale, pur essendo ancora largamente preparato in casa. Perché la scrucchiata sarà, durante l’anno, l’elemento principale nella preparazione dei dolci abruzzesi, nel ripieno di celli, cagionetti, bocconotti.

Qui è usata al naturale, proprio per assaporare in pieno il gusto dell’uva, e apprezzare la particolare consistenza derivata dai chicchi che non vengono passati ma lasciati interi.



Ingredienti per 4 persone

250 g di ricotta di mucca freschissima

200 ml di panna fresca

4 cucchiai di latte condensato

Marmellata d’uva “scrucchiata”

Un grappolo di uva nera Montepulciano

Procedimento

In una ciotola, lavora a crema con lo sbattitore elettrico la ricotta. Unisci il latte condensato e sbatti per amalgamare il tutto. Monta la panna e aggiungila poco alla volta alla crema di ricotta. Aggiungi 4 cucchiai di marmellata, uno alla volta, mescolando dal basso verso l’alto con una forchetta, per formare la variegatura.


Copri con pellicola e fai rassodare in freezer per un paio d’ore. Preleva la crema dal freezer un’ora prima dell’utilizzo.

Per servire, versa la crema nei bicchieri, alternando con altra marmellata scrucchiata e qualche chicco d’uva al naturale.