Crostata alla crema salata di ricotta, curcuma e limone

Aspetto e consistenza di una crostata dolce, ma essenza e sapore di una torta salata! Eccola qui. Diversa dal solito, con una sfoglia all’olio e un ripieno profumatissimo, leggero, con ricotta, tanta scorza di limone e un pizzico di curcuma. Che fa davvero la differenza, nel colore e nel sapore, donando un gusto tutto particolare e azzeccatissimo. Mangiandola, ho sentito la primavera in bocca!


Ingredienti

Dosi per una tortiera di 24/26 cm di diametro

Per la pasta sfoglia al vino bianco

200 g di farina 00

1 tuorlo

½ bicchiere di olio evo

½ bicchiere di vino bianco secco

1 cucchiaino di lievito per dolci in polvere

1 pizzico di sale

1 pizzico di zucchero

Per il ripieno

500 g di ricotta di mucca

¼ di cucchiaino di curcuma in polvere

2 uova sbattute (meno due cucchiai da tenere da parte per la finitura)

Scorza grattugiata di 1 limone grande (o due piccoli)

4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato

Procedimento

Per la sfoglia, mescola nella ciotola della planetaria la farina con lievito, il sale e lo zucchero. Aziona con la spatola a foglia e comincia a unire prima l’uovo, poi l’olio e il vino fino a formare una palla omogenea. Riprendi l’impasto e lavoralo ancora con le mani su una spianatoia leggermente infarinata. Avvolgi in pellicola trasparente e fai riposare in frigorifero per 30 minuti.

Prepara l’impasto. Unisci in una terrina ricotta, curcuma, scorza di limone e parmigiano. Mescola per amalgamare gli ingredienti e aggiungi infine un pizzico di sale e le uova sbattute (tieni da parte due cucchiai per spennellare la torta una volta pronta). Metti da parte in frigorifero.

Preleva la sfoglia dal frigo e asciuga l’eventuale unto rilasciato con un foglio di carta assorbente.

Dividi in due il panetto, quindi prima con il matterello e poi con la sfogliatrice ricava da uno dei due panetti delle strisce sottilissime (Kenwood misura 6) per rivestire una tortiera da 24/26 cm di diametro.


Prendi le strisce e mettile una accanto all’altra, unendo i due lati con una leggera pressione delle dita, sulla base della tortiera. Riempi con il ripieno di ricotta, livellando con una spatola. Ritaglia con un coltello affilato o le forbici la pasta in eccesso sui bordi.


Con la pasta rimasta, ricava delle altre sfoglie sottilissime sempre con la sfogliatrice (misura 7). Tagliale in lunghe strisce di 2 cm di diametro, poi incrociale per formare il decoro della crostata, aggiungendo a piacere anche delle treccine ricavate sempre con la pasta. Ritaglia le eccedenze di pasta delle strisce decorative, quindi rimboccaci sopra il bordo della crostata, sigillando bene.


Pennella con l’uovo tenuto da parte e cuoci in forno ventilato già caldo a 180° per circa 40 minuti, fino a quando la superficie della torta sarà ben dorata. Lascia raffreddare nello stampo per 10 minuti, poi trasferisci su una gratella per dolci. Servi la crostata tiepida.