Crostata salata alla zucca e amaretti

In realtà, il nome di questa ricetta dovrebbe essere crostata salata "al ripieno dei tortelli di zucca di Parma". Perché era proprio il gusto di quel ripieno che avevo in mente e che volevo replicare. In sostanza: sapore dolce di zucca, poi intenso e inconfondibile di parmigiano stravecchio, infine mandorla dolce amara degli amaretti. Ho mantenuto la dose intera della frolla al farro, sebbene per questa torta basti la metà. Vale la pena prepararla tutta e conservarne una parte in freezer come base per altre crostate salate.




Per la base (Dose per due tortiere da 22 cm di diametro)

400 g di farina di farro integrale

Un uovo

Un tuorlo

1 bicchiere di olio evo

1 bicchiere di vino bianco secco (o succo di mela)

Un cucchiaino di lievito in polvere

Un pizzico di sale

Per il ripieno

400 g di polpa di zucca, cotta in forno e ridotta in purè

150 g di parmigiano grattugiato stagionato almeno 24 mesi

4-5 amaretti

1 uovo

Noce moscata


Per completare

Semi di zucca tostati per decorare


Procedimento

In una ciotola ampia, mescola la farina con il lievito, un pizzico di sale, poi aggiungi i tuorli e infine olio e vino, lavorando energicamente con le mani, fino a ottenere un impasto compatto e amalgamato. Lascia riposare avvolto in pellicola in frigorifero.


Mescola in una terrina il purè di zucca con il parmigiano, l’uovo, un pizzico di noce moscata e gli amaretti sbriciolati. La crema deve risultare morbida ma completamente asciutta.

Preleva l'impasto dal frigo, dividilo a metà e riponi in freezer uno dei due panetti (da utilizzare come base per qualsiasi altra torta rustica).


Stendi l’impasto a 3 mm di spessore su un foglio di carta da forno, quindi trasferiscilo nella tortiera. Aiutandoti con le dita, forma un bordo arricciato.


Spalma il ripieno sulla base, livellando bene. Ritaglia con le forbici l'eventuale l'eccesso di pasta intorno al bordo.


Cuoci in forno a 180° per 30/35 minuti, fino a quando la superficie è leggermente dorata.


Sforna la crostata e servila tiepida, decorando a piacere con semi di zucca tostati.