Crostoni alla scamorza, funghi porcini e mosto cotto

Ebbene sì, è arrivato di nuovo quel periodo dell’anno, in cui l’eccitazione di andare a funghi cresce e si placa solo quando, arrivando nei boschi, inizi a raccogliere dei meravigliosi esemplari di porcini.

Li adoro, li amo raccogliere e ancora di più assaporare: per quella particolare consistenza che si scioglie in bocca, unici nel loro genere, preziosi, sia gli esemplari più sani che quelli passati, da far essiccare e conservare in barattolo. Questa pare una buonissima annata, così comincio a testarli in nuove ricette, a partire da questi crostoni. Semplici, perché il porcino, data la sua ricchezza aromatica, non ha bisogno di molto altro. Golosi, perché la scamorza fila e si unisce al fungo in un boccone perfetto. Creativi, con l’aggiunta finale di poche gocce di mosto cotto, dolce e sciropposo.



Ingredienti per 2 persone

200 g di funghi porcini freschi

Una scamorza fresca non affumicata

2 fette di pane rustico

Salvia

Olio evo

Sale in fiocchi

Pepe di mulinello

Mosto cotto o aceto balsamico tradizionale di Modena

Procedimento

Taglia i funghi a pezzetti non troppo piccoli. Scalda una padella con un filo d’olio e quando sarà ben caldo, cuocili per 3-4 minuti a fiamma alta, fino a quando sono rosolati e ancora ben consistenti. Regola di sale e profuma con qualche fogliolina di salvia.

Affetta la scamorza e disponila sulle fette di pane. Aggiungi i funghi e cuoci in forno ventilato a 200° per 10 minuti, fino a quando il formaggio sarà ben sciolto e il pane abbrustolito.

Servi i crostoni subito con una macinata di pepe di mulinello, qualche granello di sale in fiocchi e una goccia di mosto cotto o aceto balsamico.