Sformatini di zucca allo zenzero e curcuma

Potrebbero sembrare complessi e lunghi da preparare, in realtà questi sformatini sono una ricetta di riciclo per usare della zucca arrostita avanzata. Ridotta in crema, passata al setaccio e messa in forma in stampini monoporzione. Tre passaggi solamente per un contorno o cena super light d’effetto - da arricchire con pane tostato e robiola.

Ingredienti per 4 sformatini

Una piccola zucca okkaido biologica

½ cucchiaino di curcuma in polvere

Un pezzettino di zenzero fresco

Un rametto di rosmarino

2 cucchiai di semi di girasole o zucca tostati

Olio evo

Per completare

Pane tostato e robiola


Affetta sottilmente la zucca tenendo tutta la buccia, condiscila con 2/3 cucchiai di olio, sale e 1 rametto di rosmarino intero.


Metti su una placca rivestita con carta forno e cuoci a 200°C per 15/20 minuti, fino a quando sarà colorita e morbida.


Elimina il rosmarino, fai raffreddare e passa al setaccio per evitare che siano rimasti grumi o filamenti.


In alternativa, puoi passare la zucca al minipimer facendolo funzionare a brevi scatti. Fai attenzione a non ridurre la crema in una vellutata. Deve mantenere una consistenza cremosa ma soda!


Condisci con altri 2 cucchiai di olio, aggiungi la curcuma, un cucchiaino di zenzero grattugiato e mescola bene. Regola di sale.


Fodera con pellicola degli stampini monoporzione a semisfera, versa la zucca a cucchiaiate e metti in frigo a rassodare per 2 ore.


Al momento di servire, sforma le cupolette di zucca direttamente nei piatti di portata. Completa con i semi di girasole, un pizzico di curcuma, poco zenzero grattugiato e un filo di olio.