Shortbread salati al burro di nocciole e camomilla

Shortbread, ovvero frollini al burro scozzesi a forma di bastoncino.

Ho voluto provarli in versione salata, e soprattutto senza burro, mantenendo però la stessa friabilità e consistenza. Come? Grazie alla crema di nocciole! Un burro alternativo, ma così denso e dal gusto così intenso che di fatto è stato un sostituto eccellente.

Ho aggiunto i fiori di camomilla per dare un leggero saporino di dolce, ma senza aggiungere zuccheri. Sono buonissimi, friabili e si preparano in cinque minuti. E sono un’idea diversa per un aperitivo vegano, leggero, insieme a un bel bicchiere di vino bianco. Unica accortezza: preparare l’impasto il giorno prima così da farlo rassodare e rendere facile la lavorazione prima della cottura.



Ingredienti

200 g di farina bianca di farro (o grano 00)

125 g di crema di nocciole pura al 100% (senza zuccheri aggiunti)

½ cucchiaino di sale

½ bicchiere di acqua fredda

Un cucchiaio di fiori di camomilla essiccati più altra camomilla per decorare

Procedimento

Mescola in una ciotola la farina con il sale e i fiori di camomilla. Aggiungi la crema di nocciole, mescolando, e l’acqua, poco alla volta. L’impasto sarà a briciole, quindi lavoralo con le mani fino a renderlo omogeneo e compatto. Forma un panetto, avvolgilo in pellicola e fai riposare in frigo per tutta la notte.


Riprendi l’impasto e stendilo tra due fogli di carta forno, a uno spessore di ½ cm. Con una rotella per pizza, ritaglia dei rettangoli di circa 6x2 cm. Disponili in una teglia rivestita con carta forno, ben distanziati.


Bucherella ogni biscotto con i rebbi di una forchetta e cuoci in forno statico a 170°C per 15 minuti. Devono asciugarsi ma non colorirsi in superficie.

Fai raffreddare completamente su una gratella per dolci, prima di servire cospargendo a piacere con qualche altro fiore di camomilla sbriciolato.