Crostata vegana alle mele con crema frangipane

Non che la classica con burro e uova sia da correggere, ma vuoi per necessità, o per pura curiosità, questa versione completamente vegetale di una torta tanto famosa quanto deliziosa va provata. La frolla è lieve e sottile grazie alla farina di riso nell'impasto, mentre il ripieno risulta cremoso e ricco, seppur preparato con latte di avena e mandorle, sotto forma di aroma, tritate e in crema. L'aggiunta di zucchero di canna sulla crema prima della cottura poi regala quel gusto caramellato che non si può che amare.



Per la frolla

150 g farina di farro

100 g di farina di riso

75 g di zucchero

100 g di burro vegetale

Acqua fredda qb

Sale


Per la crema alle mandorle

125 ml bevanda a base di avena

2 gocce di essenza di mandorla amara

50 g di zucchero

100 g di crema di mandorle 100% non zuccherata

50 g di mandole tritate

Un cucchiaino raso di maizena


Per completare

4 mele tagliate a fettine sottili, con la buccia

Zucchero di canna

Mandorle a lamelle


Procedimento

In una ciotola, mescola la farina con un pizzico di sale, lo zucchero, il burro morbido a fiocchetti e un paio di cucchiai di acqua fredda, mescolando fino a ottenere prima delle briciole e poi un impasto omogeneo. Forma un panetto e fai riposare in frigorifero per 2 ore.


Riprendi l’impasto e fodera una tortiera a bordi bassi di 20-22 cm di diametro.


Per la crema, unisci in una ciotola la bevanda di avena con la crema di mandorle, lo zucchero precedentemente mescolato con la maizena, le mandorle tritate e l’essenza di mandorla amara.


Riempi il guscio con la crema preparata. Aggiungi le mele a fettine, cospargi con lo zucchero di canna e le mandorle a lamelle. Cuoci in forno statico già caldo a 170°C per 20-25 minuti, coprendo con un foglio di alluminio dopo i primi 15’ se la frolla dovesse iniziare a scurirsi troppo.


Lascia raffreddare e servi subito.